Villa Capra 'La Rotonda'
La Rotonda a piedi in  dieci minuti o in bicicletta in tre minuti!
VILLA CAPRA VALMARANA 'LA ROTONDA' (1570 - Arch. Palladio,)
In occasione delle celebrazioni del 500esimo anniversario della nascita dell'Architetto Andrea Palladio, riportiamo una Sua citazione che descrive la 'Valletta del Silenzio' e l'area circostante la Sua più bella creazione, La Rotonda: Palladio, nel suo trattato, inserisce questa fabbrica tra quelle di città per la vicinanza.
L'architetto così descrive l'ambiente circostante:
'Il sito è degli ameni, e dilettevoli che si possono ritrovare: perché è sopra un monticello di ascesa facilissima, è da una parte bagnato dal Bacchiglione fiume navigabile, e dall'altro circondato da amenissimi colli, che rendono l'aspetto di un molto grande Theatro'.
Via Rotonda 29
tel. 0444 321793 - 049 8790879 - fax 0498791380

PERIODO DI APERTURA PER L'ANNO: Dal 22 febbraio alla prima settimana di novembre.
Aperto tutti i giorni dell'anno (tranne il lunedì) dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

VISITE:

  • Lunedì: CHIUSO VISITE

  • PRIVATE ED ESCLUSIVE*: La segreteria è a disposizione per concordare la data e l'orario delle Visite Private ed Esclusive (tutto l'anno) per gruppi o visite individuali.
    Per info e prenotazioni: - e-mail: prenotazioni@villalarotonda.it - il fax 049 8791380.

    Apertura: dal 16/3 al 2/11
    Orario: esterni mar-dom 10-12, 15-18
    Interni mer 10-12, 15-18

    Usciti dal cancello dell'Agriturismo San Michele, proseguire diritti per circa 100 metri, girare in Stradella della Rotonda, (la prima a sinistra). Proseguire per circa 300 metri e alla fine della via percorrere la piccola salita (circa 50 passi ) alla Vostra destra. Avete di fronte a Voi uno dei viali più affascinanti del mondo, intimo e grandioso insieme:la facciata ovest della Villa Rotonda.Entrate e lasciatevi conquistare!
    Superato l'ingresso della Villa Rotonda alla Vostra destra, dopo pochi passi scorgerete una gradinata costeggiata da due muri antichi, risalitela tutta e proseguite nel breve tratto di sentiero. Vi troverete di fronte alla Villa Valmarana ai Nani (1650 - 70 con affreschi dei Tiepolo)

    -VILLA VALMARANA AI NANI
    Il complesso della Villa Valmarana ai Nani a Vicenza, Palazzina, Foresteria e Scuderia, prende il nome dalle statue dei 17 nani del muro di cinta, probabilmente di Francesco Uliaco su disegno di GiandomenicoTiepolo. Narra la leggenda di una principessa nana che vi viveva reclusa circondata da nani, in modo da non accorgersi di essere deforme. Un giorno vide un bellissimo principe aggirarsi nel giardino e, realizzando la sua diversità, si gettò dalla torre. I nani dal dolore si trasformarono in statue.
    Gli affreschi della Villa sono universalmente considerati il vertice espressivo della pittura del Settecento e si collocano fra le testimonianze più alte del genio di Gianbattista e Giandomenico Tiepolo. Nella Palazzina, affrescata dal padre, e nella Foresteria, opera del figlio, si possono cogliere le differenti matrici che hanno ispirato i Tiepolo: la vocazione al 'sublime' di Giambattista e quella al 'naturale' di Giandomenico. I particolarissimi fregi e le architetture sono di Gerolamo Mengozzi Colonna.

    Orari di apertura
    Apertura: dal 5 marzo al 5 novembre, dal martedì alla domenica. Lunedì chiuso
    Orari: 10.00-12.00, 15.00-18.00.
    Nei mesi invernali la Villa sarà aperta il sabato e la domenica nei seguenti orari:10.00-12.00, 14.00-16.00.
    Previa autorizzazione, è possibile visitare la Villa anche fuori orario
    (minimo 15 persone). Per informazioni: tel. e fax. 0444 321803

    Vicenza è una città di 114.268 abitanti, capoluogo dell'omonima provincia sita nella regione Veneto, è Sede episcopale nonché capitale mondiale dell'oro e della gioielleria.
    È conosciuta come la 'città del Palladio' - che vi realizzò numerose architetture - ed è un luogo d'arte tra i più importanti non soltanto del Veneto. È infatti meta di turismo culturale con flussi da ogni parte d'Italia e del mondo. Già conosciuta come l'antica Vicetia in epoca romana, il più antico riscontro sul suo nome risale al 135 a.C..
    Costituendo una realizzazione artistica eccezionale per i numerosi contributi architettonici di Andrea Palladio, la città è stata inserita tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO, di cui sono parte anche le ville palladiane del territorio provinciale.
    -  VILLA FRACANZAN PIOVENE:
    è una delle dimore storiche più interessanti del Veneto. Costruita nel 1700 da Francesco Muttoni, architetto barocco, è al centro di un ampio complesso di antichi fabbricati. Famosa è la cusina, con la collezione di rami e l'acquaio di marmo rosso che Napoleone voleva portare al Louvre. Camere con letti a baldacchino, sala del plebiscito e del biliardo, grandi saloni e sale da pranzo, testimoniano l'arredamento e la storia dei secoli passati. Situata ai piedi dei Colli Berici, questa 'dimora storica' è al centro di un circuito di ville palladiane, protette dall'UNESCO. Turisti italiani e stranieri, appassionati di parchi e giardini, architetti e scuole visitano da oltre quindici anni questo importante complesso. Per la qualità degli arredi e per i vasti spazi interni ed esterni, Villa Fracanzan Piovene è una location ideale per eventi di alta qualità. Tutte le visite sono guidate ed hanno una durata di 1 ora. Includono la villa, il museo 'Vita quotidiana e lavoro in villa', i fabbricati rurali, le collezioni di attrezzi agricoli e trattori, l'abitazione del gastaldo. A fine visita l'accesso al parco e al giardino è libero.
    Inoltre, nelle vicinanze non può mancare una visita alla Cantina Piovene Porto Godi nel paese di Toara di Villaga (10 minuti dalla Villa Fracanzan).
    PER INFORMAZIONI: Francesca Giusti Piovene, Via S.Francesco 2 , 36040 Orgiano (VI) Tel./fax 02/72003658 - 0444/874589  web: www.villafracanzanpiovene.com